Martedì 28 Settembre 2021
   
Text Size

“The day after”: ricognizione dell’A.N.P.A.N.A. Salvati due leprotti

COPERTINA

DSCF0294Rutigliano - Il giorno seguente il fatidico 9 giugno scorso le Guardie Ecozoofile del locale distaccamento A.N.P.A.N.A. (Associazione Nazionale Protezione Animali Natura Ambiente) hanno effettuato un pattugliamento di ricognizione dei territori colpiti dall’incendio al fine di quantificare l’impatto ambientale e, durante l’attività di monitoraggio, hanno tratto in salvo due leprotti in difficoltà.

Alberi ancora fumanti e soprattutto tanta desolazione: Lama San Giorgio è stata colpita violentemente in alcuni dei suoi scorci più caratteristici. Bosco Regio (il bosco di macchia mediterranea che inizia al termine di Vallone Guidotti verso Casamassima) è stato interessato dall’incendio per metà, infatti il tratturo che lo attraversa è servito da tagliafuoco permettendo all’altra parte del bosco di rimanere intatta. Vallone Guidotti è salvo solo per un quarto circa. Il tratto che da Vallone Guidotti conduce all’Annunziata, in cui è compresa la nota grotta, chiamata in lingua locale, “du trscjungl”, è stato letteralmente divorato dalle fiamme sino alla fine Incendio-rutigliano-lepre-1di Bosco San Martino. Anche i caratteristici cespugli che coprivano la piana calcarea su cui poggia la Chiesa dell’Annunziata sono andati in fumo. Proseguendo dall’Annunziata verso la Masseria San Martino un altro tratto di lama, consecutivo ad un campo incolto, è stato avvolto dalle fiamme. Macchia Localzo è intatta nella parte antistante, è rimasta incendiata solo una porzione nell’ultimo tratto verso Noicàttaro. Un colpo basso per tutti coloro che da anni si prodigano per la salvaguardia di questi luoghi.

Un incendio, oltre la semplice combustione degli alberi e della flora, significa anche Incendio-rutigliano-lepredistruzione e allontanamento del patrimonio faunistico emblematico di quella zona. Lama San Giorgio è l’habitat tipico di mammiferi come volpi, tassi, lepri, ricci di campagna, ma anche di rapaci quali  gheppi, poiane, albanelle, sparvieri, nonché di gufi, civette, allocchi e barbagianni che in caso di incendi abbandonano il loro territorio impauriti dalle fiamme. Evidentemente questo è il caso di due leprotti in difficoltà che, forse per trarsi in salvo dalle fiamme, ieri si aggiravano tra i muretti a secco in territorio di Casamassima. Uno dei due era anche ferito ad un arto posteriore. Le Guardie Ecozoofile li hanno trasportati d’urgenza al Centro Recupero Fauna Selvatica più vicino affidandoli alle cure del veterinario Dott. Enzo Costantini ormai da tempo sensibile alla “mission” dell’A.N.P.A.N.A. di Rutigliano. 

Commenti  

 
#8 Ambiente 2012-06-23 07:22
Si va bene, ma è d'accordo con me che gli animali selvatici feriti vanno portati al centro di recupero? (A parte la sua carriera da guardiacaccia).
 
 
#7 La Torre vi guarda. 2012-06-22 11:42
**** Gentile lettore "La Torre vi guarda", non entriamo nel merito delle accuse, ma se vuole renderle pubbliche può farlo anche in anonimo ma facendosi almeno riconoscere da questa redazione. Così in caso di querela le autorità giudiziarie sapranno a chi rivolgersi. La aspettiamo. La Redazione
 
 
#6 ex guardiacaccia 2012-06-22 09:02
EGREGIO SIGN.AMBIENTE, CHE RAZZA DI GUARDIA CACCIA SONO STATO,LEI NON IMMAGINA NEMMENO IL MIO OPERATO IN AGRO DI RUTIGLIANO IN DIFESA DELLA FAUNA, HO AVUTO UNA MACCHINA BRUCIATA MINACCE VARIE.E IL TUTTO IN GRANDE SORDINA E SPIRITO DI SACRIFICIO.
 
 
#5 rex 2012-06-18 12:41
Molto impegato il volontario che a fine video si vede con le mani in tasca, guardare il canader sorvolargli sulla testa.
 
 
#4 Ma cosa dici? 2012-06-15 12:40
Per "ex guardiacaccia": se sono feriti mica li puoi lasciare la!
 
 
#3 Ambiente 2012-06-15 12:39
Mi meraviglio: lei è un ex guardia caccia e non sa che un animale ferito va immediatamente portato in un centro di recupero? Ma che razza di guardia caccia è ...
 
 
#2 ex guardiacaccia 2012-06-15 12:13
QUEI LEPROTTI LI AVETE CONDANNATI,ANDAVANO RIMESSI LA DOVE SONO STATI PRESI LA MAMMA LI AVREBBE ACCUDITI. INOLTRE SANZIONARE CHI LI HA PRESI, IN VIOLZIONE DELL.ART.18 LEGGE 157/92 "eruditevi"
 
 
#1 Ambiente 2012-06-11 15:56
... incredibile ...
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI