Domenica 19 Settembre 2021
   
Text Size

Annuncia il suicidio e scappa. Ritrovata 20enne

Rutigliano-Annuncia il suicidio e scappa. Ritrovata 20enne

Articolo pubblicato su "La Voce del Paese" in edicola la settimana scorsa

Dopo una lite familiare, la ragazza, in evidente stato confusionale, aveva deciso di togliersi la vita. Provvidenziale l’intervento di Carabinieri e Vigilanza

Avremmo potuto parlare di una tragedia, oggi, se le Forze dell’Ordine non fossero intervenute in tempo.

Quando la lucidità viene a mancare, la nostra testa è capace di pensare e fare cose assurde. È quello che è accaduto la scorsa domenica ad una ventenne originaria di Capurso. Dopo un pranzo consumato alla casa dei genitori del suo fidanzato, residenti a Rutigliano, la ragazza ha improvvisamente lasciato l’abitazione. Pare che ci sia stato un piccolo litigio, civile e dai toni pacati, che avrebbero fatto “scattare” la giovane capursese. “Vado a farmi una doccia a casa”, avrebbe detto, prima di sbattere la porta e mettersi in macchina.

L’atteggiamento ha destato qualche sospetto nei parenti del fidanzato, i quali hanno deciso di seguire la ragazza, per evitare che questa commettesse delle sciocchezze. E così è stato. La ragazza, che percorreva la Strada Provinciale 240 - ex Strada Statale 634 delle Grotte Orientali - in direzione Capurso, ha imboccato una stradina di campagna, nei pressi dell’opificio ex Icon - nel territorio nojano - oggi deposito della ditta responsabile dei rifiuti, la Camassambiente.

Qui la ragazza, in preda alla disperazione, è scesa dalla sua auto, dove ha lasciato il cellulare. Lo ha fatto dopo aver inviato un sms alla mamma, annunciando di volerla fare finita e di volersi suicidare. Tutto ciò ha inquietato i parenti, i quali hanno subito allertato i Carabinieri. Questi, insieme agli uomini del Consorzio di Vigilanza di Noicattaro, hanno attivato le ricerche per le strade di campagna. Dopo aver circoscritto la zona e dopo aver battuto tutto il verde per circa un’ora fino al confine con il letto alluvionale di Lama San Giorgio, le Forze dell’Ordine hanno trovato la ragazza, nascosta tra i cespugli ed in evidente stato confusionale.

Dopo la visita medica del 118, la ragazza è stata accompagnata a casa, dove è stata accolta dai suoi cari.

Una storia a lieto fine, grazie all’operazione congiunta dei Carabinieri e degli uomini della Vigilanza Campestre, i quali hanno evitato il peggio e hanno tratto in salto la ragazza.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI