Domenica 19 Settembre 2021
   
Text Size

MISE A SEGNO UN COLPO IN UNA BANCA DI RUTIGLIANO

FIORELLA

La mattina del 10 settembre del 2008 un giovane malfattore, fingendo di impugnare un’arma sotto gli indumenti e travisato con calzamaglia, dopo essersi introdotto nella filiale della “Banca di Credito Cooperativo di Conversano” di Rutigliano, scavalcato il bancone della cassa, costrinse gli impiegati a consegnargli un cassetto di legno contenente esattamente 9.700 euro e assegni vari per poi dileguarsi velocemente.

Le indagini, condotte dai Carabinieri della locale Stazione e dai colleghi del Nucleo Operativo della Compagnia di Triggiano, hanno portato all’arresto di Giuseppe Fiorella, 27enne di Barletta, noto ai militari, raggiunto da un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Bari, che ha pienamente condiviso il quadro probatorio presentato dagli investigatori dell’Arma.

Le stesse, supportate dalle immagini impresse dalle telecamere dell’impianto di videosorveglianza, installato nell’istituto di credito, hanno permesso di giungere fino al responsabile, ripreso all’ingresso della banca con il volto ancora scoperto, mentre si accingeva ad entrare. La sua identificazione è stata possibile poiché le immagini hanno consentito di riconoscere non solo il volto del 27enne, ma anche un peculiare segno distintivo, rappresentato da un neo posto sotto il lobo di un orecchio.

Nella giornata di ieri, i militari hanno così notificato il provvedimento cautelare al 27enne presso la casa circondariale di San Severo, dove lo stesso si trovava già rinchiuso per altra causa.

Commenti  

 
#1 toni 2010-03-16 20:07
complimenti ai carabinieri
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI