Domenica 19 Settembre 2021
   
Text Size

DOLCI NOTE A RUTIGLIANO, PER IL CONCERTO D’INIZIO ANNO

concerto_9gen.2

Rutigliano ancora in musica!

Per l'ultimo appuntamento del cartellone di eventi “Natale Insieme”, curato dall'Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Rutigliano, il 9 Gennaio alle ore 20.30, nella collegiata Santa Maria della Colonna e San Nicola, si è svolto il “10° Concerto di Inizio Anno”, con l'orchestra "Gershwin", diretta dalla professoressa Dominga Damato.

concerto_9gen.1

Questo concerto, che porta nella nostra Chiesa Madre un’orchestra professionista, rappresenta l’ennesima conferma di come il nostro paese sia propenso all’organizzazione di eventi culturali che contribuiscano alla crescita della cittadinanza. Il sindaco, incontrato prima dell’inizio dell’evento, ha tenuto a sottolineare quanto siano importanti queste collaborazioni tra l’amministrazione comunale e le prestigiose associazioni presenti sul territorio. Al concerto (a ingresso gratuito), hanno, infatti, partecipato gli allievi del Piccolo Conservatorio, unendo le proprie voci per creare un coro, diretto da Marinella Renna. Ospiti d’eccezione grandi artisti, tutti pugliesi: il soprano rutiglianese Francesca Ruospo, orgoglio della nostra cittadina, voce ormai affermata nel panorama italiano, il tenore bitontino Gianni Leccese e il baritono molfettese Antonio Stragapede. Questo concerto inaugura il nuovo anno d’insegnamento del Piccolo Conservatorio, che continua ad essere un importante punto di partenza per i giovani rutiglianesi appassionati di musica. Con i suoi tanti corsi, aperti anche a bambini di soli tre anni, questa associazione culturale offre insegnanti preparati e attenti anche all’organizzazione di eventi come quello di ieri sera. Il concerto ha dato ai presenti la possibilità di ascoltare le più importanti melodie di Strauss, Rossini, Puccini, Verdi e Bizet.

“La calunnia è un venticello”, magistralmente interpretata dal baritono Stragapede, “Casta Diva”e “Habanera”, tratta dalla Carmen di Prosper Mérimée, cantata dalla soave voce della rutiglianese Ruospo, “E lucevan le stelle”, svolta dal tenore Leccese.
concerto_9gen.5

Per il suo quattordicesimo anno Il Piccolo Conservatorio si impone come realtà concreta che forma giovani artisti che hanno poi la possibilità di accedere ai più importanti corsi didattici presenti sul territorio pugliese. Per l’occasione infatti è stata anche consegnata una borsa di studio a Leonardo Defilippis, alunno della scuola che si è distinto per la serietà  che dimostra nell’approccio alla musica e per l’entusiasmo e l’attenta partecipazione alle attività proposte dall’associazione culturale.

concerto_9gen.4

Doverosi ringraziamenti sono stati fatti a Don Emilio Caputo, che mette volentieri a disposizione la suggestiva chiesa matrice per ospitare manifestazioni canore e musicali di rilievo, a Marinella Renna e a Licia Franchini, le due responsabili del coro, a Dominga Damato, che si conferma un’eccellente direttrice d’orchestra, nonché insegnante, e ovviamente al Sindaco, Dott. Roberto Romagno, che, prendendo la parola al termine del concerto, ha tenuto a sottolineare quanto sia importante ascoltare i grandi classici della musica, per onorare e ricordare i 150 anni dell’Unità d’Italia.

 

Ha, inoltre informato la cittadinanza che questo è il primo anno in cui Rutigliano può fregiarsi del titolo di Città d’ Arte, dando così appuntamento ai prossimi eventi culturali che l’amministrazione comunale tiene a promuovere. Ha donato, infine, l’immancabile mazzo di fiori al talento Francesca Ruospo, che con le sue capacità canore, inorgoglisce tutta la cittadinanza rutiglianese. Il Piccolo Conservatorio ha deciso di chiudere il concerto con un “brindisi” d’eccellenza sulle note della Traviata, per augurare un buon inizio anno a tutti i presenti.

 

Commenti  

 
#18 maurizio cammilli 2011-01-20 10:31
***
fare musica in una chiesa è eccellente, ne era sicuro bach, mozart, frescobaldi (non quello del chianti...) e tutti gli altri....ciao Maurizio Cammilli.
 
 
#17 maurizio cammilli 2011-01-18 12:25
la musica e l'armonia del corpo sono fondamentali per tutti, soprattutto per i bambini che, mai come in questi tempi hanno bisogno di una "babysitter" diversa dalla TV e dalla Playstation. bambini disarmonici, non più abituati ad ascoltare ma solo sentire, non più abituati a vedere ma solo a guardare. dal conservatorio escono musicanti e non più musicisti, insegnanti *** come pavoni del loro sapere che non vedono innovazioni ma tentano di tenere ben strette tradizioni che spesso sono contro la sperimentazione. la musicotreapia ha fatto passi da gigante, ed i benefici sono palesi. ma spesso viene considerata una sorta di "macumba"...per fortuna ci sono persone come dominga che crede in quello che fa, che dirige scalza perchè deve "sentire" le vibrazioni sul palco...e che opera nella scuola con passione...Lei non è bach...non è la grimaud...non è gould, ma ha cuore. non infastidite le persone che hanno cuore e passione....
 
 
#16 nickcarter 2011-01-17 14:18
Approvo e confermo quello che ha detto e ha scritto la sig.ra Floriana, però io vorrei dire un'altra cosa rutigliano e chi ci comanda non merita questo e quello, mano noi rutiglianesi perchè ne siamo fieri di esserlo.......
Brava dominga e continua a calpestare come si dice in gerco sportivo altre città e paesi che ti daranno sempre più soddisfazioni e apprezzamenti, in bocca al lupo.
 
 
#15 maurizio cammilli 2011-01-16 23:37
...ahh..io ero tra i turisti che ormai da anni ed anni trascorro il momento più bello dell'estate nella vostra meravigliosa terra...e non è che la mia sia ..'nsomma....sono di Siena!
grazie dell'attenzione Maurizio Cammilli.
 
 
#14 maurizio cammilli 2011-01-16 23:31
ho ascoltato la direzione di dominga di puglia nella serata della festa di sant'oronzo ad ostuni la scorsa estate. in mezzo a chiacchiere da sagra, urletti di comari, discorsi di corcostanza e quindi "musica da tre palle un soldo" di politici ed ecclesiastici, dominga di puglia ha dato la voce a dvorak e verdi come solo una grande anima riesce a dare. non è facile la musica in mezzo a turisti, comari e compari. mi pare di capire che questa Donna non raccoglie quello che merita...io dico che dominga di puglia ha più musicalità nel suo dito mignolo che tutti i "soloni illuminati" critici che hanno più dimestichezza con la calunnia e la critica che con la musica...questa meravigliosa dominga di puglia deve avere il palcoscenico..lo merita. Maurizio Cammilli.
 
 
#13 Floriana 2011-01-15 20:20
Brava Grande Professoressa!!!Sono davvero fiera e contenta di averti conosciuta...continua così...E grazie per tutto quello che fai per Rutigliano anche per chi non lo merita!!!
 
 
#12 dominga 2011-01-15 18:52
un grande saggio disse" chi sa fare fa!!! chi non sa fare ...critica!!!" fate voi!!!
 
 
#11 dominga 2011-01-15 18:51
In questa società difficile e complessa(vedi i commenti assurdi scritti)nel ruolo di musicista mi sento privilegiata. La musica mi da tanto e mi ha aiutata a crescere ed assumere un carattere tenace e determinato. La grinta serve per non scoraggiarsi difronte alle difficoltà..ed è per questo che la voglia di mettere le mia esperienza (ormai trentennale) a servizio dei ragazzi e di quanti si avvicinano alla musica non si fermerà mai!!!C'è una tale bellezza nella musica che se solo la gente l'ascltasse un po di più invece di trovare assolutamente qualcosa di negativo da dichiararedopo un concerto, starebbe meglio. La musica potrebbe addirittura far dimenticare le parole di odio, volgarità e cattiveria.....la musica ha un grande vantaggio rispetto alle altre arti:arriva direttamente al nostro cervello, quindi alla nostra sfera emozionale.. Herbert Van Karajan diceva L'intensità che viene messa nel dirigere un pezzo deve essere decisamente più forte di quando si commette un omicidio"!!! io non ammazzo nessuno ma sono certa, che con i miei"salti", come dice qualcuno che non ha il coraggio di scrivere il suo nome...riesco ad emozionarmi ed emozionare...Grazie Piccolo Conservatorio e grazie a quanti ne fanno parte.... Grazie Stefania Di Bari per il bellissimo articolo...buona musica a tutti!!!!!!!
 
 
#10 Floriana 2011-01-15 13:51
per cinzian...Il Piccolo Conservatorio non ha bisogno di pubblicità!!!!E poi sappi che per "Saltare con una bacchetta" c'è gente che studia e studia per anni e anni a differenza di qualcun'altro che salta e muove la bacchetta senza aver aperto mai libro...a buon intenditore buone parole...anche tu potresti farlo!!!!
 
 
#9 Floriana 2011-01-15 12:20
Il problema è che forse voi Rutiglianesi non vi meritate Nulla di tutto ciò!!!!!Vi lamentate sempre che a Rutigliano non succede mai nulla...e quando c'è, non fate altro che criticare!!!!Dovete solo VERGOGNARVI e ringraziare che eventi di questo genere(parlo di alto livello) sono GRATIS!!!!Cos'altro volete di più??!!!
 
 
#8 orange 2011-01-15 02:08
sereno permettimi di dire che l'amplificazione non serve solo ad aumentare il volume, ma anche a correggere l'acustica di un luogo e la dispersione del suono.
non serve dare dell'ignorante alla gente perchè come vedi a tutti manca qualcosa.
 
 
#7 Floriana 2011-01-14 22:16
Ma a tutta questa gente che fa critiche perchè evidentemente non capisce un cavolo di musica!!!chiedo: ma perchè allora andate a sentire concerti di musica di alto livello??Andate in piazza ad ascoltare Franco Mirizio!!! a lui si che il comune fa beneficienza....!!!!
 
 
#6 sereno 2011-01-14 16:52
Gioia...il mio commento non era una critica negativa al concerto, ma era una critica a chi ha criticato il concerto (scusa il gioco di parole), sicuramente critiche distruttive e di parte fatte da gente ignorante e incompetente, altrimenti non avrebbero commentato la mancanza di amplificazione(che in chiesa non serve) e i salti del maestro!!chi fa musica e la sente la esprime con tutto il corpo e non da "MUMMIA!!!!!!!!". a buon intenditore poche parole!!!ciao gioia..
 
 
#5 gioia 2011-01-14 11:12
x sereno:se ci fosse stata la banda di rutigliano di certo nn sarebbe stata la stessa cosa..il concerto di domenica è stato uno dei più belli tra i concerti di inizio anno del piccolo conservatorio..x stefano2...amplificazione nn ce n'era solo il coro aveva 2 microfoni..l'acustica nn era male..ma purtroppo qui nel nostro paese nn ce nessun'altra struttura x far concerti..hanno chiuso il cinema..e poi i musicisti nn hanno bisogno di beneficenza visto ke sono xsone ke fanno parte di orchestre importanti nella provincia di bari...
saltare in chiesa o no il piccolo conservatorio anche questo natale ha fatto la sua bellissima parte..visto ke tutte le due serate dei concerti la chiesa era stracolma..la gente è rimasta in piedi tutto il tempo, quindi nn era ne noioso e ne brutto...
 
 
#4 sereno 2011-01-11 21:29
kredo ke se ci fosse stata la banda di rutigliano tutti questi problemi, critike ecc non ci sarebbero state...ma voi pensate ke a tutta quella gente interessa i vostri commenti? per loro buona o brutta ke sia stato il concerto la serata è stata diversa..un proverbio dice in mancanza di inchiostro scrivi con il lapis quindi....
 
 
#3 Kowalski 2011-01-11 17:40
complimenti alla redazione che non ammette critiche!
 
 
#2 Stefano2 2011-01-11 08:50
***.
Confermo quanto gia detto: acustica (o amplificazione, fate voi) orrenda.
Non vale la pena spendere soldi in questo modo.
Se poi è un modo per fare beneficienza ai musicisti, allora va bene tutto.
Stefano
 
 
#1 cinzian 2011-01-10 23:46
io qui vedo solo pubblicità non so cosa serva tutto questo tanto se la gente vuole partecipare basta fare l'iscrizione e mo saltare in chiesa con una bacchetta
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI