Martedì 28 Settembre 2021
   
Text Size

Il SAC riscatta il territorio con “Mari tra le Mura”. 25 storie per omaggiare la storia e la tradizione di Rutigliano

Agata Diciolla, Michele Santeramo e Lino Manosperta

 

In una Puglia sempre più attenta al turismo, si cercano giorno dopo giorno nuovi modi per incentivare la riscoperta dei luoghi e valorizzare un territorio che negli anni è stato largamente sottovalutato.

A questo proposito il SAC (Sistemi Ambientali e Culturali) ha promosso una campagna di promozione culturale-locale: “Mari tra le mura. Nel blu dipinto di Puglia” nell’ambito dell’azione “Vuolsi Così Colà”.

In una conferenza presso la Sala Consiliare del Comune di Rutigliano, Lino Manosperta, portavoce del Teatro Pubblico Pugliese, ente di promozione della cultura teatrale pugliese ha presentato il progetto “Mari tra le Mura”. Affiancato dal vicepresidente del Teatro Pubblico Puglese, Paolo Ponzio, ha brevemente descritto i modi e i tempi in cui questo progetto ha avuto e sta avendo tutt’ora luogo.

L’idea di fondo è quella di incentivare il turismo sul territorio ma non attraverso il puro nozionismo che spesso può sembrare pedante e poco coinvolgente, bensì creando un legame emotivo tra la storia e chi la ascolta. In merito, il vice presidente Ponzio afferma: “Non ci interessa creare pacchetti turistici. A noi interessa che i turisti possano toccare le storie e poterle vivere in prima persona”.

Il progetto di promozione consiste nell’assegnare quattro scrittori a quattro comuni della provincia barese. L’incontro tra scrittore e paese ha generato venticinque storie per ogni caso, con un totale di cento storie volte a raccontare le storie, le tradizioni, costumi e aneddoti locali. Le cento storie saranno raccolte in un fascicolo distribuito in seguito a Biblioteche Comunali e associazioni, con l’intento di essere narrate da speciali “guide teatralizzate”, una figura che viene formata grazie a corsi di approfondimento voluti dal SAC.

I quattro scrittori chiamati in causa sono: Francesco Nivvolini, Michele Bia, Carlo De Amicis e Michele Santeramo; operativi per i comuni di Conversano, Mola di Bari, Polignano a Mare e Rutigliano.

Uno scrittore, Michele Santeramo, incontra per la prima volta le vicende, i riti e le tradizioni della comunità rutiglianese e coglie quel paesaggio umano all’intersezione tra lame, boschi, terreni argillosi, piante secolari e personaggi genuini, leggende, fiabe, eventi storici a lungo rimasti sepolti ma tutti realmente accaduti e vivi nel cuore della nostra gente.

Dall’incontro nascono 25 storie, racconti inediti, che mettono in luce aspetti più o meno noti della storia della nostra comunità, storia che rappresenta il passato, ma, mostrando in ciascuno tutta la sua vitalità, suggerendo anche quale futuro possiamo impegnarci a creare.

Michele Santeramo è un “autore vivo” come egli stesso ama definirsi. Scrive Storie del sud, un sud inteso come sociale portando avanti Rutigliano un “laboratorio di scrittura”, previsto all’interno del progetto SAC: “Mari tra le Mura”.

Dedicati a narrare il patrimonio storico-ambientale del nostro territorio, anche attraverso aneddoti e leggende, i Racconti da Rutigliano sono il frutto di uno dei quattro laboratori di “Creazionedi testi, costumi e scene” diretti da Michele Santeramo.

L’autore, scrittore di fama nazionale e considerato “il drammaturgo più atteso e stimato in Italia” è stato accompagnato dai rutiglianesi Angela Redavid, Viriana Redavid, Domenica Ricci, Sandro Furio e Anna Maria Gallo.

L’autore ha dichiarato, in merito alla propria produzione rutiglianese: “l’obiettivo per rendere una storia adatta al mondo è integrarla quanto più possibile al territorio a cui appartiene, sfruttando la relazione tra la storia e la terra in cui è nata. Solo così potrà dirsi davvero universale”.

Alla presentazione della nuova attività del SAC, è intervenuta, al fianco di Lino Manosperta e lo scrittore Michele Santeramo, l’assessore ai Servizi Sociali Agata Diciolla, in rappresentanza del Comune di Rutigliano.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI