Domenica 26 Settembre 2021
   
Text Size

Bande e tradizioni: assegnato il Premio Orpheo a Vincenzo Bisanti

DSC_4161

 

Si è tenuto domenica 23 novembre alle ore 19,30 presso la Chiesa Collegiata Santa Maria della Colonna e San Nicola il tradizionale "Concerto di Santa Cecilia" della Banda "Città di Rutigliano", diretta dal maestro Giuseppe Gregucci. Una serata ricca di emozioni e di premiazioni, presentata dai giornalisti Gianni Capotorto e Pamela Iaffaldano, che hanno introdotto il concerto: a susseguirsi nel corso della serata, le soavi note della marcia sinfonica "Gabbacompagno" di A. Lacerenza (1910 - 1972) e l'opera lirica "La bohème" di G. Puccini (1858 - 1924), magistralmente dirette dal maestro Gregucci. Un importante evento che ha concluso un'intera giornata tutta dedicata alla tradizione delle bande e all'assegnazione del Premio Regionale "Orpheo", a cura dell'Associazione culturale musicale "Orpheo" di Turi, che  in collaborazione con le associazioni "Festa" di Conversano, "Amici Anbima" di Rutigliano, e "Amici della Musica" di Triggiano e con il patrocinio dei Comuni di Acquaviva delle Fonti, Rutigliano, della Provincia di Bari, della Regione Puglia e della Federazione Bande Pugliesi, ogni anno dal 2007 premia le eccellenze nel campo musicale, nominando il migliore tra i solisti delle bande musicali pugliesi distintosi per l'impegno e per la bravura. Il premio viene dunque assegnato da una giuria composta da musicisti ed esperti del mondo bandistico musicale, affinché venga promossa la cultura musicale bandistica e ne sia riconosciuto l'alto valore all'interno del panorama tradizionale pugliese.

Nella mattinata di domenica 23 novembre si è svolta così la prima parte della giornata: presso il foyer del teatro Comunale "Luciani" di Acquaviva delle Fonti si è infatti tenuta la conferenza sul tema "Vissi d'Arte...", con gli interventi di Giovanni Minafra, direttore d'orchestra del concerto bandistico "Città di Noci" e presidente della commissione artistica Premio "Orpheo", di Nicola Hansalik Samale, compositore, musicologo e direttore d'orchestra di fama internazionale e di numerosi altri rappresentanti del mondo bandistico pugliese e delle istituzioni locali coinvolte.

Ad accompagnare e concludere così l'evento istituzionale, il concerto serale della Banda "Città di Rutigliano", al termine del quale è stato assegnato il Premio Regionale "Orpheo": a vincere quest'anno, il flautista Vincenzo Bisanti, nativo di Ruffano e da alcuni anni primo flauto della Banda "Città di Racale", dopo l'esperienza musicale nella banda della Polizia di Stato e in numerosi altri concerti in Italia e all'estero. Ad intervenire durante la manifestazione, numerosi personaggi di spicco del mondo bandistico, tra cui il maestro Samale, il maestro Angelo Schirinzi, direttore della Banda "Città di Conversano", il maestro Minafra, il maestro Guarino, insegnante di arte scenica al Conservatorio di Monopoli, il presidente del circolo "Anbima" Franco Diomede e i rappresentanti dei Comuni di Turi e Rutigliano, tra cui il sindaco Coppi, accompagnato dal consigliere Spada, e il vicesindaco rutiglianese Pinuccio Valenzano, accompagnato dai consiglieri Altieri, Giampaolo e Troiani. Premi speciali sono stanti assegnati anche al maestro Gregucci per la sua dedizione musicale e al presidente dell'associazione "Festa" di Conversano per l'impegno nel farsi promotore delle tradizioni locali, anche quelle musicali. Al termine dell'assegnazione del premio "Orpheo"  da parte del presidente dell'associazione "Orpheo" Raffaele Pagliaruli, del suo direttore artistico Livio Lerede e del sindaco di Turi Coppi, il flautista Vincenzo Bisanti ha suonato con la Banda "Città di Rutigliano", esibendosi nelle note de "Il pastore svizzero" di P. Morlacchi (1828 - 1868) e nella "Fantasia Natalizia", che così hanno concluso l'evento. 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI