Lunedì 27 Settembre 2021
   
Text Size

Sulle Tracce dei Figli, il libro di Saverio Abruzzese

Rutigliano- Saverio Abruzzese

Articolo pubblicato su “La Voce del Paese” in edicola la settimana scorsa

Odusia e Ass. Don Tonino Bello accolgono lo psicologo. Manuale per genitori troppo permissivi

Nuovo incontro con l’autore con il nome della Libreria Odusia. Questa volta, però, ritroviamo il nome della nota libreria rutiglianese a fianco dell’associazione “Don Tonino Bello”. la collaborazione tra i due enti partorisce la presentazione del nuovo libro di Saverio Abruzzese, “Sulle tracce dei figli (manuale di sopravvivenza per genitori troppo buoni)”.

Il professore Saverio Abruzzese è uno psicologo clinico e psicoterapeuta, professore presso i licei e ricercatore presso l’Università degli Studi di Bari.

Al centro dell’indagine del prof. Abruzzese, come si può intuire dal titolo, è proprio il metodo d’educazione dei propri figli. Un libro dedicato ai genitori, quindi, utili a capire eventuali errori commessi attraverso i diversi casi presi in analisi dallo psicologo durante le sedute terapeutiche ed i casi da lui analizzati professionalmente.

A spingere Saverio Abruzzese a questo risultato è stata, come da lui stesso raccontato, una alunna di liceo. Lezione prevista per quella mattina era “La famiglia”. Il prof., intento nello spiegare l’evoluzione dalla famiglia matriarcale a quella patriarcale, viene interrotto da una sua alunna. L’osservazione della ragazza lascia il professore incredulo ed allo stesso tempo affascinato. “Secondo me oggi la famiglia è di tipo figliare” risponde la ragazza con un neologismo, “i figli hanno il comando e lo raggiungono suscitando i sensi di colpa dei propri genitori”. una rivelazione scioccante che spinge Abruzzere a cercare risposte con metodo sperimentale, fiancheggiato dai mezzi dell’Università degli Studi di Bari.

La tesi della giovane studentessa si rivelano corrette. Al centro della permissività dei genitori, secondo le indagini dello psicologo, ci sarebbe il senso di colpa più o meno conscio delle madri che, anche lavoratrici, passano sempre meno tempo nel nucleo familiare. La figura paterna, per contro, meno adatta all’affettività (anaffettivi nei peggiori dei casi) non soddisfano i bisogni dei figli, da questo conseguono altri sensi di colpa.

L’esposizione così come l’opera di Saverio Abruzzese è un’analisi dettagliata e particolareggiata che si destreggia egregiamente sui vari e reali casi di genitori. le tipologie vanno da: genitori permissivi, ripetitivi, genitori che si separano, fino ai più temibili genitori amici dei propri figli. Quest’ultima categoria è in sostanza un ossimoro , un controsenso. Il genitore, dal momento in cui instaura un rapporto di amicizia con il proprio figlio, tende a perdere il vero scopo educativo o, nelle peggiori delle ipotesi, l’educatore tende a sfruttare il proprio status di “migliore amico” per controllare il figlio. La caduta di questa illusione può anche portare a gravi traumi e profonde delusioni.

Il nuovo libro di Saverio Abruzzese, “Sulle Tracce dei Figli” (la Meridiana Parlante edizioni) è in vendita presso le migliori librerie.

   

Rutigliano- Sulle Tracce Dei Figli

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI