Venerdì 30 Ottobre 2020
   
Text Size

TE LE SUONO!


Seguendo la discussione sulle difficoltà ed impedimenti vari, nell’organizzazione di eventi musicali, per mancanza di spazi idonei, mi sono ricordata che Rutigliano (con altri 160 comuni della Regione) è titolare di un cosiddetto Laboratorio Urbano e cioè di uno spazio pubblico per i giovani affidato ad organizzazioni giovanili.

Il progetto è “Telesuono” (di cui è responsabile procedurale l’Avv. Ada Lombardo, del Comune di Rutigliano appunto).

Cofinanziato dal Comune e dalla Regione e ubicato c/o Palazzo San. Domenico, questo dovrebbe diventare uno spazio condiviso dove le associazioni troveranno sostegno, ma soprattutto la possibilità di avvalersi di un centro per l’organizzazione di eventi ecc (leggo nel Progetto).

Non vedendo alcun movimento in quella zona, mi chiedo in quale fase quel progetto si è arenato, se si è arenato, ed opportunamente girerei la domanda ai nostri nuovi interlocutori politici, nonché assessori, nonché nostri dipendenti come direbbe Grillo.

Gradirei da loro una risposta su Rutiglianoweb.

Enrichetta

Commenti  

 
#6 apuliatrade 2009-10-03 07:22
Daccordo l'assistenza e i servizi sociali,ma con tutti sti laboratori culturali che si propongono non si finira' mica ad avere tanti forse troppi giovani che, come incoraggiati dalla TV vogliono essere cantanti,artisti,band musicali,non mi sembra che questo se non x svago possa essere un futuro economico.
 
 
#5 gioia 2009-08-08 05:07
egregio Assessore alla Trasparenza, Cittadinanza attiva e servizi sociali, la bellissima Rutigliano ha bisogno di riorganizzare,riprogettare i servizi sociali. Come lei ben sa, attraverso i servizi sociali, se ben strutturati e funzionanti è possibile avere una mappa dei reali bisogni della cittadinanza. Spesso, i servizi sociali erogano solo contributi economici. Fino ad oggi, con questa modalità, procedura solo amministrativa,non siamo stati di aiuto sociale,morale e perchè no anche spirituale, a nessuno. Abbiamo creato solo dipendenza da denaro pubblico.Credo vivamente che abbiamo bisogno di educare la cittadinanza ad una partecipazione condivisa, attiva e soprattutto libera. Rutigliano ha bisogno di sentire che nel palazzo comunale, ci sono delle "persone" capaci di ascoltare e non di giudicare. Spesso le nostre care assistenti sociali, che non hanno nessuna formazione
adeguata, non sono accoglienti, ma respingenti,verso la maggior parte dell'utenza. Questo loro comportamento da cosa è dettato? forse si occupano di cose che non riguardano i servizi sociali, tanto da renderle tese, nervose? O forse hanno bisogno di tornare a studiare visto che la società stà cambiando e loro sono ferme a 20 anni fà?
Egregio Assessore confidiamo nel suo entusiasmo e nella sua capacità di comprensione che speriamo la contraddistingua da chi negli anni l'ha preceduta come assessore. Cordiali Saluti e le auguro tanta "gioia" nel suo nuovo lavoro :D:D:D:D;-);-)
 
 
#4 Angela Red 2009-08-03 20:53
In quanto assessore alla trasparenza e cittadinanza attiva, vorrei rispondere al quesito di Enrichetta a proposito di Bollenti Spiriti e del progetto "Telesuono". Il progetto non è stato assolutamente abbandonato e seppellito; anzi, i lavori di sistemazione dei locali presso Palazzo "S. Domenico" proseguono e per il nuovo anno si spera di poter iniziare le attività di "Bollenti Spiriti" e compatibilmente si spera di poter dare spazio a tutti gli altri eventi musicali che i giovani promuoveranno. Non appena avrò altre notizie ve le girerò!Nel frattempo sentiamoci uniti per una Rutigliano migliore!!
Cordiali Saluti,
L'Assessore alla Trasparenza e Cittadinanza attiva
Angela Redavid
 
 
#3 arsemon 2009-08-01 19:18
dimenticavo: la BUROCRAZIA è IL VERO QUINTO POTERE!!!

si rivoltano le persone, le leggi, i bandi,...
 
 
#2 arsemon 2009-08-01 18:47
Credo fermamente che Vendola abbia realizzato progetti bellissimi per i giovani pugliesi, bollenti spirtiti e principi attivi e laboratori urbani. ma queste belle cose... vanno a finire NELLE MANI SBAGLIATE! i bandi di gestione a volte risentono di valutazioni poco chiare e trasparenti e vanno a volte a finire nelle pastoie burocratiche e nelle tasche losche degli imprenditori.

dunque Vendola e Minervini non possono portare soldi in Puglia e fregarsi della loro valutazione e gestione, non possono stanziare dei fondi europei e immetterli nelle mani di imprenditori navigati.

altrimenti si rischia di far girare sì i soldi, sì l'economia, ma soldi ed economia SBAGLIATAAAA (per non dire altro)!!

non è un'accusa... è un consiglio caro Vendola, un consiglio dato da una persona che ti ha votato e rivotato.
 
 
#1 sophie 2009-08-01 05:18
ma come, non sapete come si gestiscono i bandi pubblici?

questo laboratorio urbano ha l'aria di essere l'ennesima truffa come è accaduto a Noicattaro, chiedete al compaesano sign. Franco Lombardo come vanno ste cose
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI