Lunedì 27 Settembre 2021
   
Text Size

La Rinascita Rutiglianese pareggia in rimonta contro la Fortis Murgia

L'esultanza di Giovanni Anelli dopo il gol

 

Grande prova di carattere per una Rutiglianese mai doma che nel suo stadio comunale recupera lo svantaggio del primo tempo grazie ad un preciso destro da fuori area di Giovanni Anelli. Un punto importante per la formazione di Michele Valentini, non tanto per la classifica, quanto per la determinazione e la rabbia agonistica dimostrate subito dopo la rete dello 0-1. Ma andiamo con ordine: in avvio è la Fortis Murgia ad avere il controllo della partita, procurando non pochi grattacapi ai padroni di casa con un paio di tiri dal limite dell'area di rigore. Prove generali per il gol altamurano che si concretizza al 21' di gioco a seguito di un discusso calcio d'angolo non assegnato dal direttore di gioco Totaro ma segnalato dal suo assistente Pellegrino: a siglare la marcatura è Alfonso, abile ad incornare il pallone in rete dopo la traversa colpita sempre di testa da Genco.

Tutto sembra presagire l'ennesima Caporetto, i padroni di casa sono molli ed impacciati e c'è chi addirittura dalla tribuna commenta: "Questi mezzi calciatori avrebbero portato i borsoni ai giocatori di qualche anno fa". Al 36' arriva la tanto attesa reazione della Rutiglianese grazie al numero dieci Ezio Summaria, abile a controllare il pallone in area di rigore, liberarsi del suo marcatore e calciare in controtempo sul primo palo: è il legno a salvare il portiere della Fortis Murgia e a mandare la sfera in angolo. E' ancora l'estremo difensore altamurano Loiudice a salvare i suoi al 39' con una spettacolare parata con la mano di richiamo su un tiro a giro pericoloso da parte dei padroni di casa. A chiudere un primo tempo per nulla brillante e coinvolgente, dovuto anche alle condizioni del campo reso pesante e scivoloso dalle ultime piogge, è un tiro dell'attaccante della formazione altamurana Bruscella, alto di poco sopra la traversa.

Nella seconda frazione di gioco la Rutiglianese scende in campo determinata a pareggiare e sfiora la rete in un paio di occasioni con Summaria: è ancora Loiudice a dover fare gli straordinari e a negare la gioia del gol ai granata. La Fortis Murgia è disorientata, perde metri a centrocampo e così decide di arroccarsi in difesa nell'eventualità di ripartire in contropiede. Tutto sembra funzionare quando al 37' arriva il meritato pareggio dei grifoni: azione personale sulla fascia sinistra di Anelli che, dopo essersi accentrato, supera due avversari e batte sul primo palo l'incolpevole Loiudice con un bolide da fuori area. La squadra ospite accusa il colpo e lo si vede al 40' quando Pietracito pensa bene di farsi espellere per protesta, dopo aver ricevuto il primo cartellino giallo per un fallo a centrocampo.

Gli ultimi minuti di gioco passano via velocemente e al 49' Sibillano fallisce l'ultima vera occasione per portare i granata alla conquista di una partita che termina così in pareggio.

Un 1-1 che lascia un po' d'amaro in bocca ai giocatori rutiglianesi, poco abili nel completare l'opera e nel conquistare tre punti chiave per allontanarsi almeno temporaneamente dalla zona calda.

Formazioni:

R. Rutiglianese: Nuzzo, Carducci, Mazzilli, Maiullari (9' s.t. Pignataro), Gentile, Lisi, Liso (21' s.t. Pinto), D'Addiego (48' s.t. Sibillano), Anelli, Summaria, Catalucci.  All. Valentini

 

Fortis Murgia: Loiudice, Ruggiero, Pietracito, Maurelli, Alfonso, Genco, Cappiello (39' s.t. Colamassaro), Milella, Zaza (21' p.t. Bruscella), Panzarea, Livrieri (16' s.t. Squiccimarri).  All. Valente

 

Arbitro: Gabriele Totaro di Lecce

Assistenti: Tommaso Spano e Davide Pellegrino di Lecce

Prossimo turno:

Monte Sant'Angelo - Rinascita Rutiglianese

(Domenica 16 Febbraio, ore 15.00, Stadio Comunale Nuovo)

Una trasferta proibitiva quella di domenica prossima contro Monte Sant'Angelo, ripescato in promozione dopo aver perso la finale dei playoff contro Canosa. All'andata vinsero i montanari per 3-1 grazie ai gol di Scarano, Lizza e Giordano (di Cassano invece la rete granata). Al Comunale di Rutigliano gli ospiti si portarono in vantaggio dopo soli 28 secondi dominando una partita iniziata male e finita peggio per i grifoni, costretti anche a giocare in nove per le espulsioni di Lisi e Cavallaro.

Favoriti dunque i padroni di casa, settimi in classifica dopo undici vittorie, tre pareggi e soltanto cinque sconfitte, ma soprattutto ben riposati, dato che non hanno disputato le ultime due partite di campionato, entrambe rinviate per nebbia.

Per la Rutiglianese sarà un difficile banco di prova, ma se riuscirà a ripetere il secondo tempo visto contro la Fortis Murgia, il risultato potrà anche non essere così scontato come sembra. Basteranno volontà e giusta cattiveria agonistica a fermare la terribile corazzata bianconera?

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI