Martedì 28 Settembre 2021
   
Text Size

La Virtus affonda il Catanzaro

La Virtus Rutigliano

Il primo round è terminato a favore dei virtussini, che mercoledì pomeriggio hanno schiantato il Catanzaro ritrovandosi con un piede e mezzo nel secondo turno dei playoff, un vero e proprio triangolare che garantirà l'accesso al campionato di A2.
Una giornata davvero speciale per la Virtus Rutigliano che al PalaGallo di Catanzaro s'impone per otto reti a zero contro la formazione calabrese, in una partita gestita senza troppe difficoltà dal primo all'ultimo minuto.
I padroni di casa, orfani dello squalificato Gervasi, e di De Mello, tornato in Brasile per lavoro, vengono subito sopraffatti dall'orchestra di mister Masi, abile a rendersi pericolosa sin da subito con l'attaccante di Conversano Paolo Rotondo, a mezzo servizio per via di una gastroenterite. A sbloccare il risultato ci pensano i due argentini della formazione in maglia fluo: prima Walter Vera con un sinistro da fuori area, poi Losada con un bel mancino piazzato, nel giro di venti secondi portano la Virtus sullo 0-2, a nove minuti dal termine della prima frazione di gioco.
Le due reti degli ospiti svegliano la squadra in maglia amaranto che prova a rendersi pericolosa con le conclusioni di Calabrese e Frangipane, ma tutti i tentativi dei calabresi sbattono sulle prodezze del numero sedici Di Ciaula, impeccabile anche con i piedi. Forte delle due reti, del ritorno in casa e della miglior posizione in classifica, il Rutigliano decide di lasciare l'iniziativa alla squadra di mister Lombardo per poi cercare di affondare gli avversari in contropiede: è così, a quarantaquattro secondi dalla sirena, Dell'Olio recupera palla a centrocampo e, dopo essersi accentrato, è bravo a trovare Losada solo davanti al giovane Mazzei. Il destro in diagonale del numero 5 argentino batte l'estremo difensore catanzarese e manda le due squadre negli spogliatoi sul punteggio di 0-3.
Il secondo tempo parte con due sorprese: il Catanzaro lascia in panchina Ferraro, il migliore dei suoi, a causa di un forte dolore alla schiena, mentre la Virtus è costretta a fare momentaneamente a meno di Rotondo, bloccato da problemi intestinali. La musica però non cambia e la formazione barese continua a rendersi pericolosa con le conclusioni di Vera e di Lestingi. Dopo un palo esterno colpito da Bruno e un tocco di punta parato abilmente da Di Ciaula col piede sinistro, Francesco Masi decide di rischiare il suo numero venti ancora per qualche minuto, e la mossa risulta essere vincente: infatti, prima con un bel destro sotto l'incrocio dei pali, poi con un tiro da posizione defilata che sbatte su Mazzei e termina in rete, Paolo Rotondo sigla la sua doppietta personale e porta i suoi sul 5-0.
Dopo la quinta rete i padroni di casa cercano di salvare l'onore tentando la tattica del portiere in movimento, ma è ancora la Virtus a segnare: a sette minuti dalla fine infatti Dell'Olio riceve il pallone in area, supera Gallo con l'aiuto di un rimpallo e in estirada trova il gol del 6-0. Completamente nel pallone, i calabresi fanno fatica ad affacciarsi dalle parti di Di Ciaula, e a seguito di un brutto errore in fase di impostazione, regalano a Lestingi il settimo sigillo dell'incontro. Gli utlimi disperati tentativi del Catanzaro di cercare il gol della bandiera vengono neutralizzati dal portiere della Virtus, che chiude definitivamente l'incontro con la splendida punizione di Ranieri: 8-0 e appuntamento alla gara di ritorno, prevista per questo sabato al Tensostatico di Rutigliano.
Felice per il risultato ottenuto, il tecnico dei virtussini Francesco Masi ha così commentato alle telecamere di TvStream24: "Sapevo che la partita sarebbe stata difficile, il primo tempo del Catanzaro è stato di qualità; ci hanno messo in difficoltà più di una volta ma noi siamo stati bravi e molto umili a difenderci e a colpirli in contropiede nelle occasioni avute nel primo tempo. Nel secondo tempo loro hanno dovuto per forza di cose scoprirsi un po' di più per recuperare il risultato e così abbiamo dilagato.
E' un risultato per noi ottimo, non mi aspettavo di venir via da Catanzaro con un passivo così importante, ma viviamo partita per partita e credo comunque che il ritorno non sarà facile."

Formazioni:
Catanzaro calcio a5: Mazzei, Ferraro, Calabrese, Frangipane, Bruno, Giampà, rocca, Gallo, Pestich.  All. Lombardo

Virtus Rutigliano: Di Ciaula, Rutigliani, Vera, Rotondo, Lemonache, Dell'Olio, Losada, Lestingi, Ranieri, Desimini, Dell'Edera.  All. Masi

Arbitri: Enrico Pagano di Torre Annunziata e Maurizio Rago di Battipaglia
Cronometrista: Francesco Agosto di Paola

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI