Martedì 28 Settembre 2021
   
Text Size

Il corridore rutiglianese Pierpaolo Anelli stupisce ancora

I corridori dell'Atletico Rutigliano

Articolo pubblicato su “La Voce del Paese” in edicola la settimana scorsa

Dopo il titolo nella categoria Junior Master conquistato un mese e mezzo fa, il 18enne ottiene il primato di categoria nell’8^ trofeo “Papaperta MTB 2015”.

Distinguendosi per  tenacia ed abilità  il corridore dell’ASD Atletico Rutigliano , Pierpaolo Anelli, è salito agli onori della cronaca sportiva grazie alla vittoria ottenuta, tra le contrade di Monopoli, un mese e mezzo fa. Il 1 Maggio scorso, infatti, il giovane 18 enne si è laureato campione regionale nella categoria Junior Master in sella alla sua mountain bike. Lo ritroviamo, dopo un po’ di tempo, sempre “sui pedali” e sempre vittorioso.

Domenica 14 Giugno si è svolta a Putignano la gara valevole per l’8^ trofeo “Papaperta MTB”, organizzata dall’associazione “I Cinghiali della Murgia”. Il circuito , lungo 11.5 km , non presentava lunghe salite ma qualche strappetto, che rendevano il percorso abbastanza tecnico così come ci ha rivelato lo stesso corridore rutiglianese.

Alla partenza i corridori erano circa 120. Partito molto bene, Anelli si è portato a ridosso delle prime quindici posizioni sin da subito. Dal secondo giro, però, le cose sono cambiate. Lo stesso corridore, infatti, ha accusato problemi tecnici con la sua mountain bike ed è stato costretto a qualche “pit stop” di troppo, perdendo svariate posizioni. Nel tentativo di rimonta, egli ha dovuto fare i conti anche con una caduta che, fortunatamente, non gli ha impedito di portare a termine la gara. Nel terzo ed ultimo giro, Anelli si è visto costretto a fermarsi causa foratura ma, rimettendosi immediatamente in sella, è riuscito a recuperare sino alla 27^ posizione.

 “Terminata la gara non pensavo di essere arrivato 27^ assoluto e 1^ di categoria”- ci ha detto lo stesso corridore - “ho dovuto fare i conti con diversi inconvenienti ma tutto sommato mi sono divertito e messo a confronto con molte altre persone”

Ci sono da annotare, inoltre, le ottime prestazioni di altri due corridori della medesima società, l’ASD Atletico Rutigliano: Filippo Troiani, giunto 3^ nella categoria m2, e Gino Daddabbo, arrivato 2^ nella categoria m1.

Intanto abbiamo raccolto le parole di Pierpaolo Anelli, apparso abbastanza soddisfatto del successo raggiunto nella “Città del Carnevale”.

Dal racconto della gara, emerge sicuramente la tenacia che hai mostrato nel rialzarti ad ogni caduta e ripartire, continuando a pedalare sino alla fine. Pensi sia questa la tua dote migliore o ce ne sono altre?

Penso che in questo sport, come in molti altri, “campione” è chi si rialza dopo una caduta e lotta con tutte le sue forze per superare i propri limiti. Certo, sicuramente rialzarsi e continuare a pedalare è sinonimo di tenacia ma , senza dubbio, avrò altre doti che verranno fuori man mano che continuo il mio percorso in questo sport.

Il risultato ottenuto ti ha reso soddisfatto o sei consapevole che, senza qualche inconveniente, ti saresti piazzato meglio nella classifica assoluta?

Certo che si! Sono molto soddisfatto del risultato ottenuto. Mi fa da stimolo, ogni volta, per allenarmi e migliorarmi. Penso che, senza qualche problema tecnico di troppo, mi sarei piazzato meglio nella classifica degli assoluti. Pazienza. So che fa parte del gioco, del nostro sport.

Quali sono i prossimi appuntamenti cui prenderai parte?

Il prossimo appuntamento sarà il 4 Luglio, quando prenderò parte ad un’altra gara XC Cross Country che si terrà , in serale, a Ruvo di Puglia.

I nostri più sentiti complimenti a Pierpaolo Anelli che ringraziamo, inoltre, per la disponibilità.

MICHELE 

Rutigliano Pierpaolo Anelli sul podio

Commenti  

 
#2 Michele Rubino 2015-06-28 09:25
Il corridore di cui si parla nell'articolo fa parte della società ASD Atletico Rutigliano
 
 
#1 io 2015-06-26 20:44
Complimenti al corridore. Ma un associazione ciclistica quando la aprite?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI